Contrasto alla detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Due italiani denunciati nel comasco

1' di lettura 22/10/2022 - Durante un servizio di controllo del territorio condotto congiuntamente da militari della Guardia di Finanza di Menaggio e dai Carabinieri della Stazione di Tremezzina, nonché dalle unità cinofile del Gruppo di Ponte Chiasso delle Fiamme Gialle, veniva fermata, per gli accertamenti di routine, un’autovettura con a bordo due cittadini italiani.

L’attività posta in essere permetteva di rinvenire, occultata addosso ai due controllati, circa 64 grammi di cocaina, 7 di eroina e 3 di hashish. La sostanza stupefacente era stata avvolta all’interno di numerosi strati di plastica imbevuta di olio di oliva e, solo grazie alla presenza delle unità cinofile, ne è stato possibile il rinvenimento con non poche difficoltà. Si procedeva pertanto al sequestro della sostanza stupefacente, nonché dei tre telefoni cellulari e di oltre tremila euro in contanti.

Nel corso delle attività di verbalizzazione, veniva contattata prontamente la locale Procura della Repubblica nella persona del Sostituto Procuratore di turno che disponeva la denuncia a piede libero dei due individui ai sensi dell’art. 73 del Testo Unico sugli stupefacenti.

Infine, veniva ritirata la patente di guida dell’autista del veicolo, già gravato da diversi precedenti specifici per uso di sostanze stupefacenti, poiché era in evidente stato di alterazione.

L’attività posta in essere s’inquadra in una sempre più proficua collaborazione tra Guardia di Finanza e Carabinieri, nell’ambito del controllo del territorio, con lo scopo di garantire una maggiore efficacia nei controlli.






Questo è un articolo pubblicato il 22-10-2022 alle 10:46 sul giornale del 24 ottobre 2022 - 12 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere milano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dxJN





logoEV
logoEV