SEI IN > VIVERE COMO > ATTUALITA'
comunicato stampa

"Poesia in movimento", torna il Festival Europa in Versi

3' di lettura
18

Poesia

l Festival Internazionale di Poesia, Europa in Versi, organizzato dall'Associazione La Casa della Poesia di Como ODV e diretto da Laura Garavaglia, è pronto per la sua quattordicesima edizione, che si svolgerà dal 24 al 28 maggio 2024 tra Como, Milano e Missaglia (LC).

Da sempre impegnato nel promuovere il dialogo interculturale attraverso la poesia, Europa in Versi quest’anno accoglierà poeti di rilevanza internazionale, con uno sguardo speciale al Messico e alla Corea del Sud, nella ricorrenza del 140° anniversario delle Relazioni Diplomatiche tra Corea e Italia, attraverso sinergie e attività comuni tra La Casa della Poesia di Como ODV, il Consolato Generale di Corea a Milano e l’Università degli Studi dell’Insubria.

Il tema della XIV edizione, Poesia in movimento: un ponte tra culture, riflette l'importanza di creare dialogo e connessione tra culture e di avvicinare un pubblico sempre più ampio alla lettura e alla comprensione dei testi poetici.

“La poesia è un linguaggio universale che attraversa confini geografici e culturali, creando un ponte tra Oriente e Occidente: questo legame profondo tra le diverse tradizioni poetiche ha radici antiche e ha influenzato poeti di entrambe le culture – spiega Laura Garavaglia, Presidente de La Casa Poesia di Como e Direttore Artistico del Festival Europa in Versi. Il Festival è dotato, sin dalle origini, di uno respiro internazionale, ed ha iniziato a costruire questo “ponte” sin dalla prima edizione quattordici anni fa. Quest’anno si focalizza sul rapporto tra due Paesi, la Corea del Sud e il Messico, lontani dal punto vista geografico e culturale, ma accomunati dall’amore e dalla grande considerazione di cui la poesia gode”.

Nel maggio di quest’anno si celebreranno i 140 anni dalla firma dei trattati diplomatici tra Corea e Italia, siglati nel 1884: questo sodalizio viene anche rafforzato dal cosiddetto “Hallyu”, un fenomeno culturale che si riferisce alla crescente popolarità della cultura sudcoreana a livello internazionale. Questa parola cinese significa “Korean wave” e include lo slancio, anche occidentale, di seguire film, serie TV, musica pop, moda e cibo coreano. A questa diffusione sempre più ampia della cultura “pop” coreana presente anche in Italia, corrisponde un crescente interesse verso lo studio della lingua: i Dipartimenti di Lingua e Letteratura coreana sono infatti presenti in vari Atenei, e in continuo aumento.

L’impegno della Casa della Poesia di Como mira a far conoscere anche il linguaggio poetico: in collaborazione con IQbB edizioni ha tradotto due poeti di fama, Dongho Choi e Kooseul Kim ed è in uscita una rivista di poesia e critica contemporanee bilingue, italiana e coreana che sarà presentata al Festival. In merito al Messico, sarà presente la voce di Marco Antonio Campos, poeta, narratore e saggista.

La poesia messicana è stata ed è una delle più interessanti a partire dall’indipendenza degli Stati Uniti d’America. Marco Antonio Campos conosce la dimensione culturale italiana, avendo soggiornato più volte qui: i suoi componimenti sono stati tradotti e pubblicati. La collaborazione con le istituzioni del territorio, in particolare scuole superiori e università, sottolinea l'importanza della poesia nel percorso di formazione dei giovani, come opportunità di crescita personale e culturale.

Il programma del Festival prevede una serie di eventi diffusi in diversi luoghi comaschi e, quest’anno anche a Milano, arricchiti performance artistiche e musicali che vedranno la presenza dei poeti e delle poetesse: Dongho Choi, Kooseul Kim, Son Jeoung Soon, Jong hoon Kim (dalla Corea del Sud); Marco Antonio Campos (dal Messico); Davide Rondoni, Emilio Coco e Antonella Carmen Caggiano (dall’Italia).



Poesia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2024 alle 20:19 sul giornale del 16 maggio 2024 - 18 letture






qrcode